alberello-big

I vigneti ad alberello

Nelle contrade della campagna salentina, i piedi solcano una terra rossa, avida di sole. Lo sguardo oltrepassa i muretti a secco – minuziose sculture di pietre abbracciate indissolubilmente l’una con l’altra – fino ad arrivare a perdersi in quelle distese di piccoli alberelli, simbolo di una storia, la vera anima di Schola Sarmenti. Generazioni di “viti” riempiono gli occhi, dalle piante più giovani che ci regalano freschezza e leggerezza, ad esemplari di piante che racchiudono in sé fino a 80 anni di storia. Una scelta importante, quella di Schola Sarmenti: preservare un’antica tecnica di allevamento, quella dell’alberello pugliese. Una tecnica tanto difficile quanto preziosa che ha solo bisogno di mani forti e abili per regalare vini di grande qualità e pregio. Fiano, Negroamaro, Primitivo: questi i nostri vitigni autoctoni, le cui storie si perdono nella notte dei tempi, sincera espressione di una terra amorevole, accarezzata dalla brezza leggera di due mari.